Concorso Fotografico l’Albero del Cuore

L'Albero del Cuore 2014

Noi siamo l’albero, eppure sediamo sotto l’albero, tra le foglie siamo l’uccello nascosto, siamo il cantore e siamo il canto.

Conrad Aiken

L'Albero del Cuore 2014Albero e uomo sono più vicini di quello che potremmo pensare. Le sue radici, come i nostri piedi, garantiscono il contatto diretto e profondo con Madre Terra, quel mondo ricco e misterioso che ci ospita, nutre e conforta nel nostro percorso di vita. Il suo tronco è il nostro corpo, tutti e due forti sotto il sole. I suoi rami sono simili alle nostre braccia e alle nostre mani, sensibili e disponibili a accogliere, confortare, accarezzare. La sua verde chioma assomiglia ai nostri capelli, a volte corti o lunghi, a volte radi o folti. Il senso di questo concorso è di rappresentare fotograficamente la bellezza e la personalità di questo nostro “verde” amico.

Per te che intendi seguirci in questa avventura, il consiglio è di cogliere, con il tuo obiettivo, l’albero del cuore. Quello che ti piace ammirare nei suoi colori autunnali, oppure durante la stagione invernale dove le sue forme appaiono essenziali, ed a seguire nel risveglio primaverile quando fiori e foglie iniziano a splendere. Le immagini realizzate ci aiuteranno ad apprezzare ancor di più quegli alberi che, oltre alla bellezza, continuano dalla notte dei tempi a donarci cibo, legna e ossigeno senza chiedere nulla. Alberi da amare e da rispettare. La tua foto sarà un contributo alla conoscenza di questi nostri generosi amici che vanno difesi e tutelati. Ma quali alberi? Grandi o piccoli, cresciuti nel cortile di casa oppure nel bosco, lungo i viali o nelle piazze, nei giardini pubblici, sul Carso o vicino al mare. L’albero del cuore, insomma, per il quale provi una sensazione particolare.

Alida Cartagine , Maurizio Lozei

˜

Il nostro futuro è nelle mani delle giovani generazioni: educare a conoscere, proteggere, amare l’ambiente è un impegno prioritario dell’amministrazione comunale, con particolare attenzione alle progettualità rivolte ai nostri concittadini più piccoli. La tutela del futuro inizia dall’attenzione e valorizzazione del patrimonio che ci circonda. Anche con questo progetto, siamo pertanto certi di aggiungere un piccolo tassello ai percorsi di crescita consapevole e sostenibile che già arricchiscono le nostre scuole.

Antonella Grim

assessore all’Educazione, Scuola, Università e Ricerca del Comune di Trieste

L’ALBERO DEL CUORE è parte della molteplicità dei progetti di educazione ambientale rivolti alle scuole e ai servizi educativi promossi dal Comune di Trieste, Area Educazione, Università e Ricerca e Servizio Ambiente ed Energia, in collaborazione con enti e soggetti del territorio impegnati nella tutela dell’ambiente. www.retecivica.trieste.it

www.triestescuolaonline.it

Il Circolo Fotografico Triestino, sede permanente di una scuola di fotografia, dal 1925 offre alla città concorsi fotografici, mostre, proiezioni, conferenze, stage fotografici e incontri con l’autore.

Info e contatti:
Circolo Fotografico Triestino , via Zovenzoni, 4 – 34125 Trieste

tel. 040 635396
cell. 328 8170212
www. circolofotograficotriestino.it

con il patrocinio del  Centro UNESCO di Trieste

bando del concorso in PDF 

Immagini correlate:

Download PDF

Condividi questo articolo sui Social Network

PinIt
Roberto Srelz

About Roberto Srelz

Editore e direttore responsabile, presidente del gruppo centoFoto , è nato a Trieste. Professionista presso una grande azienda internazionale, è scrittore biografico (ha pubblicato il romanzo breve ‘Per Due Volte’ con ‘Luglio Editore’ ) e fantastico (ama in particolare il Fantasy nordeuropeo e scrive racconti brevi sul Web). Nel 2010 e 2012, con ‘Esaedro’, è stato editore di ‘Lions & Saints’ (Guendal – Ramella) e di ‘Pin Up’ (‘Accademia di Fumetto’, Trieste), collaboratore di dotART, e dal 2009 al 2014 ha organizzato la manifestazione ‘Fumetti per Gioco‘ assieme ad altri collaboratori. Insegna fotografia ed ha partecipato a mostre fotografiche in Italia (l'ultima delle quali su Steve Kaufman con "American Pop Art") e all’estero (Croazia, Polonia e Ungheria).