Gabriella Pison: neve

NEVE di Gabriella Pison 

 

La neve ha occhi seducenti che dondolano con lievità

tra luci accese

e mattini obnubilati di luna

si traveste e si fa stella

piroetta e caleidoscopio di ghiaccio

con passi di cerbiatto

sopravvissuto al respiro del freddo

si insinua tra le labbra e il volto

un disegno che non ha eguali

una coltre sottile che attenua le rughe

e pulsa di vita.

Si avvolge nel manto del silenzio

forse è già stata

profumata di lavanda e miele

ma ora il forse è già altrove.

E la neve continua a cadere.

Immagini correlate:

Download PDF

Condividi questo articolo sui Social Network

PinIt
  • cesare

    Leggendo questa poesia pare proprio di avvertire sul volto posarsi la neve.
    Gabriella Pison ha la dote poetica di essere descrittiva in modo davvero personale.