La fiammella: una poesia di Cesare Borroni

LA FIAMMELLA.

Un universo che gira
come una palla su se stesso,
ma il tempo lo rovina, lo corrode, lo consuma,
lo annienta e lo distrugge con le sue mani, come il destino delle cose terrene.
L’uomo è un po’ come l’universo,
solo che avrebbe la possibilità di mantenersi ancora un po’ del viver bene
come il susseguirsi delle sue primavere e invece mira al materiale,
rovina la terra,
la fa diventare ancora più vecchia.
In fondo a tutte le cose brilla una fiammella,
la sera per noi.
Portati al materiale
non sappiamo vivere e pensare di più.
Occorrerà varcare quella porta
che non sappiamo aprire
e passare in una dimensione che per noi è difficile concepire,
ma dopo tutto sarà più bello e sereno
e l’uomo da materialista passerà a spirito
e potrá tenere in mano quella fiammella,
accesa per lui da quando nacque.

(Cesare Borroni, maggio 2017)

foto: Serena Bobbo

Immagini correlate:

Download PDF

Condividi questo articolo sui Social Network

PinIt
Serena Bobbo

About Serena Bobbo

segretaria di redazione redazione@centoparole.it