Jesus Christ Superstar al Teatro Bobbio, 2 dicembre

Sabato 2 dicembre 2017 alle ore 20.30 – Teatro “Orazio Bobbio”

Rock Opera Concert “Jesus Christ Superstar”

La premiata ditta Zannier-Vitta ritorna. Dopo la produzione di “Goodbye Trieste”, presentata con successo sempre al Teatro Bobbio lo scorso febbraio, regista e produzione si incontrano nuovamente per un ambizioso progetto artistico: portare in scena “Jesus Christ Superstar”. “Jesus Christ Superstar” è una rock opera del 1970 scritta da Andrew Lloyd Webber e Tim Rice. Narra l’ultima settimana di vita di Gesù a partire dal suo ingresso a Gerusalemme, il tutto dal punto di vista di Giuda.

Inizialmente censurato dalla BBC e definito “sacrilego”, l’album dell’opera nel 1971 fu in cima alle classifiche negli Stati Uniti e si rivelò la base di lancio per numerose produzioni a Broadway e nel West End.
Dopo il debutto a San Donà di Piave l’8 aprile scorso, lo spettacolo approda ora a Trieste, al Teatro “Orazio Bobbio” di via del Ghirlandaio, 12 sabato 2 dicembre 2017 alle ore 20.30 con una produzione firmata da Nathan Vitta per Twenty Count. La regia di Leonardo Zannier dirige il progetto di Paolo Moretto e Mariella Baradel, le coreografie sono curate da Aileen Samec e da Dario Cossutta, mentre la scenografia è un mix di opere di Francesca Martinelli e di fotografie di Michele Morsanutto.

Spiega il regista e cantante, Leonardo Zannier: “”Allestire Jesus Christ Superstar è operazione da non sottovalutare; oltre agli aspetti tecnici e artistici che richiedono attenzione e preparazione, questa Rock Opera uscita nei primissimi anni ’70 si porta ancora addosso tutto il clamore suscitato in quegli anni e ancora oggi, un’attenta traduzione dei testi cantati, non trova facile collocazione nella vita cristiana di molti fedeli in tutto il mondo.

D’altronde, questa volta, è Giuda a raccontarci la sua versione!”.

“Mettere in scena “Jesus Christ Superstar – rivela Nathan Vitta – è un’impresa non facile per due motivi: il primo è la scontata tendenza del pubblico a paragonare al musical o al film originale qualsiasi rappresentazione alternativa, il secondo è la ricerca della qualità nelle cose semplici. La mia scommessa è stata produrre una versione di fortissimo impatto musicale grazie a musicisti e cantanti di altissimo livello e dare un po’ di movimento visivo con gli interventi coreografici su alcuni brani e con le provocatorie videoproiezioni di un’artista incredibilmente ribelle e anticonformista. Tutti i musicisti e i cantanti, eccetto Leonardo Zannier, vengono da fuori Trieste e sono coordinati dalla direzione musicale di Paolo Moretto, anima di questo progetto assieme a Mariella Baradel. I ballerini invece sono tutti ragazzi triestini e hanno formato questo cast proprio con l’intento di portare l’Arte al pubblico in modo spontaneo e coinvolgente, senza troppi stereotipi e troppe impostazioni di stili. Fra di loro c’è chi viene dalla danza moderna e contemporanea e chi dalla classica, c’è chi proviene dal teatro e chi dal pattinaggio artistico, c’è chi ha già un trascorso sul palco e chi invece è alla sua prima esperienza, ma tutti hanno in comune una grandissima voglia di divertirsi e di divertire e di rendere efficace il proprio impatto. Per questo motivo non c’è stata alcuna ricerca di costumi di scena, ma si è optato volutamente per un abbigliamento coevo e giovanile, come se il fatto fosse accaduto ai giorni nostri e non nel 33 d.C.

Le particolari opere di Francesca Martinelli, elaborate assieme alle fotografie di Michele Morsanutto, saranno invece proiettate come elementi scenografici in alcuni brani con la volontà di evidenziare all’eccesso il punto di vista di Giuda, tra contraddizioni, falsi miti e amori incompresi.

Si ringrazia il Pattinaggio Artistico Jolly e la Jolly Impianti Sportivi per aver concesso per tanto tempo la struttura del PalaJolly, teatro delle prove, per la disponibilità Arianna Starace e la Scuola di Ballo Arianna e per il supporto logistico e la sensibilità gli sponsor: Marinaz Auto, Paninoteca Birreria Excalibur, Art Group Graphics e Fragola Lilla.

Biglietti ancora disponibili in prevendita presso il Ticketpoint di Corso Italia 6/c a Trieste.

 

Immagini correlate:

Download PDF

Condividi questo articolo sui Social Network

PinIt