La cultura in biblioteca. Gli incontri statali presso la Biblioteca Statale Stelio Crise di Trieste.
Gli eventi dal 19 al 24 marzo 2018

Una nuova settimana di eventi culturali presso la Biblioteca Statale Stelio Crise di Trieste. Come sempre, gli eventi avranno luogo presso la sala conferenze al secondo piano dell’istituto.

Lunedì 19 marzo, alle 16.30, lo scrittore  Pino Roveredo, nell’ambito della serie di incontri e conversazioni tra ragazzi e anziani dal titolo Generazioni a confronto proposta dall’Associazione Ricerca Interventi Studi sull’Invecchiamento (ARIS), terrà l’intervento Salvarsi con la scrittura. A questo come agli altri incontri, patrocinati dal Centro Internazionale di Studi e Documentazione per la Cultura Giovanile/ International Study and Documentation Centre for Youth Culture, partecipano gli istituti scolastici cittadini (Oberdan, Carducci, Dante), il Servizio Civile ARCI, ACCRI, e il Collegio del Mondo Unito.

Martedì 20 marzo, alle 17.00, si terrà l’incontro con i professori Rienzo Pellegrini e Elvio Guagnini dell’Università degli Studi di Trieste dal titolo Geografia e storia della letteratura italiana. Il contributo di Carlo Dionisotti, il caso Friuli Venezia Giulia. La manifestazione è organizzata dal Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste e curata dallo stesso Elvio Guagnini.

Giovedì 22 marzo, alle 16.30, nell’ambito degli appuntamenti culturali promossi dalla Società di Minerva di Trieste, verrà presentato il volume di Anna Lucia D’Agata dal titolo Doro Levi. Stile intellettuale e inclinazioni letterarie di un archeologo triestino del Novecento (Trieste, Società di Minerva, 2017). Oltre all’Autrice, membro del Consiglio Nazionale delle Ricerche, interverranno il professore Elvio Guagnini della locale Università e il professore Roberto Kostoris dell’Università di Padova.

Sabato 24 marzo, alle 10.30, lo storico dell’arte Luca Bellocchi, presenterà il viaggio dedicato alle Fiandre e ai grandi maestri fiamminghi da lui ideato per “Vie della Cultura“, tour con esperti del settore organizzati dall’Agenzia Viaggi Mittelnet.

Si ricorda inoltre che la prima sala espositiva al secondo piano della Biblioteca ospita una piccola ma interessante esposizione basata su alcuni materiali selezionati dal fondo Saranz e inerenti le ricerche delle commissioni d’inchiesta del Senato sui legami tra la mafia siciliana, la mala italo-americana e il traffico di droga.

 

Marco Rago © centoParole Magazine – riproduzione riservata

Download PDF

Condividi questo articolo sui Social Network

PinIt
Marco Rago

About Marco Rago

Nato a Trieste nel 1989, ha conseguito il diploma di maestro d'arte e il diploma di maturità presso l'Istituto Statale d'Arte (ora Liceo artistico) "Enrico e Umberto Nordio" di Trieste, nell'ambito della decorazione pittorica. Laureatosi a ottobre 2015, con una tesi di laurea triennale in Scienze dei Beni Culturali (curriculum Storico-artistico) presso l'Università degli Studi di Trieste, nonostante la momentanea fine degli studi continua la sua attività di perfezionamento e ricerca delle conoscenze storico-artistiche e umanistiche. Appassionato amante dell'arte (sia nell'accezione teorica che pratica), si interessa anche alla letteratura e alle problematiche legislative e conservative inerenti il patrimonio culturale. Ha collaborato anche con "Libreria diffusa" di Spresiano nell'organizzazione e allestimento di mostre del libro e incontri con l'autore in diversi eventi tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.