La cultura in biblioteca. Gli incontri statali presso la Biblioteca Statale Stelio Crise di Trieste

La Biblioteca Statale Stelio Crise di Trieste si afferma nuovamente luogo di discussione culturale. Continuando un modus culturale virtuoso attivo ormai da tempo, l’istituto ospiterà anche questa settimana alcuni interessanti incontri aperti al pubblico cittadino, che avranno luogo appunto presso la Sala conferenze del secondo piano della Biblioteca.

In data odierna, alle 17.00, il dottor Sergio Bonifacio terrà una conferenza dal titolo Il  contributo tedesco allo sviluppo della finanza e dell’industria italiana nel XIX secolo, promossa dal Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste. Verrà qui proposta un’analisi dei diversi fattori che hanno portato l’Italia ad occupare un posto di rilievo nel contesto delle nazioni europee, seconda solo alla Germania. Sicuramente, il contributo tedesco al decollo del nostro settore produttivo, nella seconda metà dell’Ottocento, è stato determinante; esso fu inoltre favorito dalle solide alleanze politiche che si sono poi  estese anche al campo della finanza  pubblica e privata.

Mercoledì, alle 16.30, il dottor Paolo Casari, archeologo e storico, presenterà i viaggi archeologici da lui ideati per “Vie della Cultura”, tour con esperti del settore organizzati dall’Agenzia Viaggi Mittelnet.

Giovedì, sempre alle 16.30, la dottoressa Susanna Moser dei Civici Musei di Storia ed Arte di Trieste, terrà una conferenza dal titolo Presenze egizie nell’Aquileia romana: materiali di epoca faraonica dagli scavi della città. L’appuntamento è, in continuità con la tradizione, a cura della storica Società di Minerva di Trieste.

Si ricorda inoltre che la prima sala espositiva al secondo piano della Biblioteca ospita una piccola ma interessante esposizione basata su alcuni materiali selezionati dal fondo Saranz e inerenti le ricerche investigative sui legami tra la mafia siciliana e la mala italo-americana.

 

Marco Rago © centoParole Magazine – riproduzione riservata

Immagini correlate:

Download PDF

Condividi questo articolo sui Social Network

PinIt
Marco Rago

About Marco Rago

Nato a Trieste nel 1989, ha conseguito il diploma di maestro d'arte e il diploma di maturità presso l'Istituto Statale d'Arte (ora Liceo artistico) "Enrico e Umberto Nordio" di Trieste, nell'ambito della decorazione pittorica. Laureatosi a ottobre 2015, con una tesi di laurea triennale in Scienze dei Beni Culturali (curriculum Storico-artistico) presso l'Università degli Studi di Trieste, nonostante la momentanea fine degli studi continua la sua attività di perfezionamento e ricerca delle conoscenze storico-artistiche e umanistiche. Appassionato amante dell'arte (sia nell'accezione teorica che pratica), si interessa anche alla letteratura e alle problematiche legislative e conservative inerenti il patrimonio culturale. Ha collaborato anche con "Libreria diffusa" di Spresiano nell'organizzazione e allestimento di mostre del libro e incontri con l'autore in diversi eventi tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.