Home Forum dialogo asincrono La comprensione

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Roberto Srelz Roberto Srelz 2 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #10090
    Roberto Srelz
    Roberto Srelz
    Amministratore del forum

    La creatività richiede coraggio. Ho sempre cercato di essere compreso; quando raggiungevo la ‘comprensione’ delle mie opere attraverso critici e colleghi, ho pensato che avessero ragione, dicendomi che non ero stato sufficientemente chiaro da poter essere compreso. Questo pensiero mi ha sempre permesso, nella mia vita, di lavorare senza odio e persino senza amarezza, confrontandomi con la critica di qualsiasi provenienza. Affidandomi solo alla chiarezza d’espressione per ottenere lo scopo. Odio, rancore, spirito di vendetta: sono un bagaglio inutile, per un artista. La sua strada è difficile; deve affrontarla liberando l’anima da tutto ciò che potrebbe renderla ancora più dura.

    Henri Matisse

    #10238
    Roberto Srelz
    Roberto Srelz
    Amministratore del forum

    Nessuna trascendenza, nessuna salvezza, nessun romanzo. Molto di romanzesco. Ogni amore può essere dotato d’un senso: esso nasce, si sviluppa e muore: segue una strada che può sempre essere interpretata come una causalità o finalità. “Ero pazzo, sono guarito”; “l’illusione da cui d’ora in poi mi saprò guardare”.

    Tutt’altra cosa è il discorso, il soliloquio, l’a parte, che accompagna questa storia senza mai conoscerla. Il principio stesso di questo discorso è che le sue figure non possono disporsi, ordinarsi, progredire, concorrere a un fine, a una sistemazione: tra le varie figure, non ce ne sono di prime e di ultime.

    Roland Barthes

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.